Piano Triennale dell’Offerta Formativa  2016-2018

 

Nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa convergono le linee guida che caratterizzano le esigenze e le scelte della comunità scolastica. Questo documento rappresenta l’identità culturale e progettuale della scuola, dove vengono esplicitati i principi culturali e pedagogici dell’Istituto e l’organizzazione didattica. La normativa vigente in materia di Autonomia Scolastica (D.P.R. n. 275/99 e succ. mod.), la Riforma del Sistema Nazionale di Istruzione e Formazione (L. 107/2015), le Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell’Infanzia e del Primo Ciclo (2012) e dei Licei (2010), il Rapporto di Autovalutazione e il Piano di Miglioramento d’Istituto (2015), con valenza triennale, costituiscono le basi del presente documento, la cui elaborazione prevede:

  • la stesura del Rapporto di Autovalutazione d’Istituto;
  • la partecipazione e il raccordo dei diversi plessi al funzionamento didattico della scuola;
  • la pianificazione del Piano di Miglioramento;
  • l’elaborazione del Collegio dei Docenti.

Nell’ottica della cooperazione e condivisione delle scelte educative, il Collegio dei Docenti ha stabilito:

  • i criteri di valutazione del percorso didattico;
  • la progettazione educativo-didattica e le motivazioni pedagogiche che la sostengono;
  • le strategie didattiche comuni;
  • i curricoli articolati in sezioni, ciascuna dedicata ad un asse culturale;
  • l’utilizzo delle risorse umane e materiali.

Inoltre, il documento:

  • valorizza la professionalità dei docenti che programmano specifici percorsi formativi adattando le linee guida alle esigenze degli alunni, del territorio in cui è inserito l’Istituto e delle aspettative delle famiglie;
  • pone particolare attenzione a garantire il diritto dell’alunno di apprendere, di valorizzare le diversità, promuovere le potenzialità e assicurare il successo formativo. Pertanto lo studente assume un ruolo attivo attraverso lo studio personale, la creatività e la responsabilità della propria formazione;
  • promuove le modalità e le attività di accoglienza per i nuovi iscritti, con il coinvolgimento di tutta la comunità scolastica al fine di favorire i valori dell’appartenenza e della partecipazione;
  • garantisce un percorso formativo organico e completo, che riconosce le specificità e la pari dignità dell’azione educativa di ciascun ordine di scuola;
  • insegna le regole del vivere e del convivere e promuove la realizzazione del senso di legalità che si realizza nella scelta di agire in modo consapevole per il miglioramento continuo del proprio contesto di appartenenza;
  • crea le condizioni affinché l’alunno sviluppi la capacità di fare scelte consapevoli;
  • favorisce la comunicazione interna ed esterna finalizzata alla realizzazione di progetti condivisi;
  • attiva forme organizzative e metodologiche che facilitino l’apprendimento concreto;
  • implementa l’utilizzo delle nuove tecnologiche informatiche;
  • rende possibile mantenere due piani di lavoro intrecciati, di cui l’uno destinato ad illustrare l’offerta formativa a breve termine, l’altro a disegnare l’identità auspicata al termine del triennio di riferimento, gli obiettivi di processo che si intendono attuare.

Pertanto il presente documento è dinamico e disegna un percorso evolutivo dell’Istituzione scolastica. Gli elementi rilevanti del P.T.O.F sono deducibili dall’analisi dei dati esplicitati nel Rapporto di Autovalutazione.

Scarica il documento completo